Pole Dance

LA DEFINIZIONE

“La pole dance è una disciplina del corpo che combina prestazioni atletiche a movimenti di danza da eseguire con il supporto di un palo verticale. Sono necessarie doti di grazia, flessibilità e forza fisica. Attraverso il palo si può volteggiare nell'aria per creare coreografie, sollevarsi da terra e sfidare le leggi di gravità”.

LE ORIGINI

Per trovare le origini della pole dance bisogna andare un bel po' indietro nel tempo, fino agli anni della depressione del Nord America, ovvero intorno al 1920. I primi ad usare il palo per le loro performance ginniche furono i circensi. La pole dance iniziò ad avvicinarsi a quello che è ora intorno agli anni '50, con l'avvento del burlesque, diventando uno spettacolo itinerante da night club. In seguito riuscì a liberarsi in parte di questa patina (rimasta alla lap dance) e venne finalmente considerata disciplina atletica, tanto che viene praticata a livello professionale sia negli Stati Uniti che in Australia, rispettivamente da 20 e 30 anni.

I BENEFICI

La pole dance viene praticata da sempre più donne che vogliono mantenersi in forma. Durante un buon corso si fanno degli esercizi di tonificazione del corpo, abbinati ad altri di allungamento che vanno a lavorare sui muscoli. La pole dance lavora su alcuni dei punti critici delle donne, tipo punto vita, fianchi e pancia. E non è finita qui: attraverso delle mosse mirate è possibile anche sollevare i glutei. Che dire delle gambe, che diventano più toniche, snelle e slanciate.